Adeste fideles

In noi si devono destare i fedeli perché possano venire ed adorare ciò che per noi è stato preparato dall’Alto. Ma perché questi io possano adorare, devono prima destarsi. 

Adorazione dei Magi, Leonardo da Vinci, Uffizi

Occorre uno sforzo intenzionale per godere di questa possibilità. Altrimenti rimarremo chiusi nel circuito materiale di questa festività, perdendo ogni occasione legata a questo prezioso periodo dell’anno. Dobbiamo riconoscere che in noi c’è dello schifo a cui siamo affezionati, e in cui non vogliamo più rimanere infangati. Da questa consapevolezza possiamo compiere lo sforzo di volgere lo sguardo altrove in noi, dove possiamo aver fiducia di trovare qualcuno di valore, in grado di essere grato alla vita, di emozionarsi, di vivere realmente. 

E mantenere con noi il ricordo di questo luogo mentre la vita scorre.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *